Produzioni

Il riscatto di Artemisia

“Cancella il dolore con i tuoi pennelli, cara. Dipingi finché non ne rimanga traccia”

Descrizione del Progetto

La nuova rappresentazione “NON SEI SOLA – Il riscatto di Artemisia” è incentrata sulla tormentata vita della straordinaria pittrice Artemisia Gentileschi: una donna che, in un mondo ostile alle donne, è riuscita ad imporre la sua arte e a difendere strenuamente la sua visione dell’amore e della vita. Una donna che ancora oggi è l’emblema della rivalsa e del riscatto femminile nei confronti dell’ego maschile. La performance teatrale, in abbinamento ad una mostra fotografica sulla disabilità femminile, si è aggiudicata il Premio Milano Donna 2021 per il Municipio 1 (Iniziativa dal titolo: Riscatto al femminile). Il riconoscimento è stato ritirato da Giovanni Germinario, autore del testo e regista della rappresentazione, in una cerimonia a Palazzo Marino alla presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala, della Delegata del sindaco alle Pari opportunità di genere Daria Colombo, della calciatrice Regina Baresi, madrina dell’evento, e dei rappresentanti dei nove municipi.

Cast

Messainscena in due atti.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Aldo FERRO, Angelo LOMBARDI, Carlotta MORLINI, Francesca CASCIOMarco MALPEZZIMaria Rosaria RUFFOMarina ANDREOLIMarisa MU, Nicole SANTIMARIA, Paolo CIPOLLETTATecla REVERAValeria ZONCA

produzione TEATROINVEROSIMILE A.P.S.
in collaborazione con G.T.R. Milano

Note di Regia

Artemisia Gentileschi ha saputo trasformare il dolore per la violenza fisica, la violenza psicologica, le pubbliche umiliazioni” spiega il regista Giovanni Germinario “in pennellate di colore così forti e vive da sovvertire tutte le regole del tempo, un raro talento che le ha permesso in breve tempo di riscuotere un successo immediato e di altissimo prestigio“.

Galleria 1 – Milano, 11/12/2021
Teatro Guanella – stagione teatrale 2021/2022 
Galleria 2 – Milano, 13/11/2021 (C.A.M. Falcone – Borsellino)
PREMIO MILANO DONNA 2021

Stop Violence

E’ lo strumento che TEATROINVEROSIMILE A.P.S. ha ideato per vincere l’indifferenza e prestare ascolto. Un secondo momento, che segue la performance teatrale, e che mette a confronto la cittadinanza con relatori professionisti, rappresentanti di istituzioni pubbliche, forze dell’ordine, centri anti-violenza. Un momento di dibattito sul tema del femminicidio e della violenza di genere, un confronto aperto e sincero nel quale si possono fare domande e avere delle risposte concrete, per mezzo del quale si assumono impegni e doveri nei confronti delle donne vittime di violenza. Grazie agli spunti di riflessione che ne scaturiscono, ogni anno TEATROINVEROSIMILE A.P.S., in collaborazione con G.T.R. Milano, riesce a proporre una versione rivista dello spettacolo teatrale rispetto all’edizione precedente, la performance si arricchisce così di nuovi contenuti elaborati in dinamiche diverse e sempre più attinenti alla realtà.

Caro Diario…Io parlo!

“le nostre anime sono più forti della violenza, della crudeltà e dell’orrore. Le vittime di violenza non potranno essere colpevoli mai…qualunque cosa accada o sia accaduta”

Ti amo alla follia

“non chiuderti alla vita, la vita ti riserverà tante sorprese. Difficile da crederci ora, sicuramente, ma ti prometto che sarà così…da parte di una donna”

7 minuti prove di un ricatto

“…e tu, cosa sei disposto a fare pur di lavorare?”

Descrizione del Progetto

Una vecchia e gloriosa azienda tessile viene comprata da una multinazionale straniera. Sembra che non si preparino licenziamenti, operai ed impiegati possono tirare un sospiro di sollievo. Però… però c’è una piccola clausola nell’accordo che la nuova proprietà vuole far firmare al Consiglio di fabbrica. Chiusi in una stanza a discutere, i nove membri del Consiglio di fabbrica dovranno decidere, per sé ed in rappresentanza di tutta la fabbrica, se accettare la riduzione di sette minuti della pausa tra la fine di un turno e l’inizio del successivo. Sette minuti sembrano pochi e la delegata del Consiglio di fabbrica, all’inizio, è la sola ad avere dei dubbi. Ma, a poco a poco, il dibattito si accende e ognuno di loro dovrà ripercorrere pubblicamente la propria vita prima di arrivare ad esprimere il proprio voto finale.

Cast

Messainscena in due atti liberamente tratta da “7 MINUTI – Consiglio di Fabbrica” di Stefano Massini.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Angelo LOMBARDI, Francesca CASCIOLuigi CICEMaria Rosaria RUFFOMarina ANDREOLIMarisa MUPaolo CIPOLLETTATecla REVERAValeria ZONCA

produzione TEATROINVEROSIMILE A.P.S.
in collaborazione con G.T.R. Milano

con il Patrocinio di
Comune di Cassano d’Adda
Comune di Zibido San Giacomo

Note di Regia

7 MINUTI – Consiglio di Fabbrica di Stefano Massini”, spiega il regista Giovanni Germinario fautore dell’intero progetto, “è lo strumento perfetto per una riflessione collettiva sulla possibilità concreta di opporre resistenza e di reagire all’incertezza del futuro tra caos, logica e giustizia. Ad emergere sono anche le storie dei singoli personaggi, fatte di speranza e di ricordi. Un caleidoscopio di vite diversissime e pulsanti nelle quali immedesimarsi e ritrovarsi persone comuni, operai, genitori, figli”.

Galleria 1 – Zibido S.Giacomo, 31/05/2019 (Area Spettacoli, piazza Roma)
20^ edizione “Festa del Riso” Zibido San Giacomo
Galleria 2 – Cassano d’Adda, 17/05/2019 (TECA Teatro Cassanese)
Galleria 3 – Milano, 12/05/2019 (prova aperta c/o Saletta GTR)

Sarta per Signore

“l’altra faccia della medaglia”

Descrizione del Progetto

Una Donna, attiva, alternativa e in continua evoluzione e competizione nei confronti dell’uomo, inteso come “maschio e padrone”. La Dottoressa Moulinette, è lei, protagonista di una commedia brillante degli equivoci “Sarta per Signore – l’altra faccia della medaglia” (liberamente adattata al testo “Sarto per Signora” di G. Feydeau) nella quale la figura femminile viene raccontata con gli occhi moderni dell’emancipazione. E’ una donna che lavora, che esce da sola la sera e che può anche instaurare una relazione extra-coniugale … esattamente come saprebbe fare un uomo … usando all’occorrenza anche bugie strampalate ed esilaranti sotterfugi per negare la verità più ovvia.

Note di Regia

Un’acuta intuizione ha fatto sì che un testo, di chiara ed inequivocabile impronta maschile, si sia trasformato in un testo tutto al femminile caratterizzato da un susseguirsi di incontri impossibili e false scoperte”. Spiega Giovanni Germinario, regista e referente del Progetto.

Cast

Messainscena in due atti liberamente tratta da “Sarto per Signora” di Georges Feydeau.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Francesca CASCIO, Marco MALPEZZI, Maria Rosaria RUFFOMarina ANDREOLI, Marisa MU, Maurizio GALLUS, Michele Ezio DUROSINI, Sonia GROSSI

foto a cura di Emanuele Cassani
luci a cura di Giuseppe Matera

produzione TEATROINVEROSIMILE A.P.S.
in collaborazione con G.T.R. Milano

con il Patrocinio di
Municipio 1 – Comune di Milano
Municipio 8 – Comune di Milano

Galleria 1 – Milano, 18/12/2015 (Ex Chiesetta di Villa Scheibler)
Rassegna Culturale Biancoinverno 2015
Galleria 2 – Milano, 09/05/2015 (C.A.M. Garibaldi)
Galleria 3 – Milano, 21/12/2014 (Auditorium Edy Cremonesi)
Rassegna Teatrale in Zona 8
Galleria 4 – Milano, 28/09/2014 (C.S.R.C. Aldini)
Galleria 5 – Milano, 08/06/2014 (Auditorium Edy Cremonesi)
Galleria 6 – Milano, 07/04/2014 (prova aperta c/o Auditorium Edy Cremonesi)