Autore: Giovanni Germinario

Il riscatto di Artemisia

“Cancella il dolore con i tuoi pennelli, cara. Dipingi finché non ne rimanga traccia”

Descrizione del Progetto

La nuova rappresentazione “NON SEI SOLA – Il riscatto di Artemisia” è incentrata sulla tormentata vita della straordinaria pittrice Artemisia Gentileschi: una donna che, in un mondo ostile alle donne, è riuscita ad imporre la sua arte e a difendere strenuamente la sua visione dell’amore e della vita. Una donna che ancora oggi è l’emblema della rivalsa e del riscatto femminile nei confronti dell’ego maschile. La performance teatrale, in abbinamento ad una mostra fotografica sulla disabilità femminile, si è aggiudicata il Premio Milano Donna 2021 per il Municipio 1 (Iniziativa dal titolo: Riscatto al femminile). Il riconoscimento è stato ritirato da Giovanni Germinario, autore del testo e regista della rappresentazione, in una cerimonia a Palazzo Marino alla presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala, della Delegata del sindaco alle Pari opportunità di genere Daria Colombo, della calciatrice Regina Baresi, madrina dell’evento, e dei rappresentanti dei nove municipi.

Cast

Messainscena in due atti.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Aldo FERRO, Angelo LOMBARDI, Carlotta MORLINI, Francesca CASCIOMarco MALPEZZIMaria Rosaria RUFFOMarina ANDREOLIMarisa MU, Nicole SANTIMARIA, Paolo CIPOLLETTATecla REVERAValeria ZONCA

produzione TEATROINVEROSIMILE A.P.S.
in collaborazione con G.T.R. Milano

Note di Regia

Artemisia Gentileschi ha saputo trasformare il dolore per la violenza fisica, la violenza psicologica, le pubbliche umiliazioni” spiega il regista Giovanni Germinario “in pennellate di colore così forti e vive da sovvertire tutte le regole del tempo, un raro talento che le ha permesso in breve tempo di riscuotere un successo immediato e di altissimo prestigio“.

Galleria 1 – Milano, 11/12/2021
Teatro Guanella – stagione teatrale 2021/2022 
Galleria 2 – Milano, 13/11/2021 (C.A.M. Falcone – Borsellino)
PREMIO MILANO DONNA 2021

Premio Milano Donna 2021

PREMIO MILANO DONNA 2021

Dai progetti vincitori percorsi di autonomia, indipendenza, integrazione e partecipazione

Premiate le associazioni che nei 9 municipi hanno favorito la crescita personale e collettiva delle donne

Milano, 28 luglio 2021 – Si è tenuta oggi in Sala Alessi, a Palazzo Marino, la consegna del secondo ‘Premio Milano Donna’ alla presenza del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, della Delegata del sindaco alle Pari opportunità di genere Daria Colombo, della calciatrice Regina Baresi, madrina dell’evento, e dei rappresentanti dei nove municipi.

Il premio prevede un contributo di 2mila euro.

“Anche quest’anno il Comune di Milano ha messo a disposizione di ciascun Municipio un contributo economico da assegnare al progetto migliore a sostegno delle donne – ha spiegato Daria Colombo –. Per la prima edizione del premio siamo stati costretti ad organizzare la consegna ‘a distanza’, mentre oggi siamo qui insieme nella ‘casa dei milanesi’ e questo valorizza l’iniziativa e rende merito al lavoro delle associazioni. Il Premio Milano Donna è una delle molte azioni che abbiamo messo in campo in questi anni per fare di Milano una città attenta alle pari opportunità di genere e vicina alle piccole realtà che lavorano per questo obiettivo con impegno straordinario nei quartieri”.

“La presenza delle associazioni – afferma il Sindaco Sala – ci fa toccare con mano l’incredibile lavoro che è stato fatto nei quartieri a favore delle donne, anche nel difficile periodo del ‘lockdown’. I progetti che premiamo oggi hanno mirato a favorire l’integrazione nel tessuto sociale, a promuovere l’autonomia e l’indipendenza, a prevenire la piaga dei maltrattamenti e della violenza tra le mura domestiche. Progetti che hanno portato benefici alle donne e indirettamente hanno rappresentato un supporto alle famiglie, realizzando quella rete di sostegno e prossimità insostituibile nei quartieri”.

Per il Municipio 1 il premio è andato all’associazione ‘Teatroinverosimile’ che con “riScatti” ha unito una mostra fotografica dedicata alla disabilità a uno spettacolo teatrale ispirato alla vita della pittrice Artemisia Gentileschi.

L’associazione ‘Telefono Donna onlus’, da decenni impegnata nel contrasto alla violenza di genere, ha ottenuto riconoscimenti in ben cinque municipi. Nel Municipio 2 con un progetto, “Indipendente”, rivolto alle donne che ‘amano troppo’ per consentire loro di superare la dipendenza affettiva attraverso il recupero dell’autostima. Nei municipi 4, 5 e 9, l’associazione ha realizzato una serie di incontri guidati da esperti per offrire sostegno e prevenire maltrattamenti e violenza.

Nel Municipio 6, l’intervento progettuale ha avuto come focus la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo con incontri nelle scuole e nei centri di aggregazione giovanile.

Il Municipio 3 ha scelto di premiare il progetto “Donne dal mondo, nel mondo” dell’associazione ‘COGESS’, rivolto alle donne straniere per rafforzarne la partecipazione alla vita della collettività.

L’organizzazione di volontariato ‘ITAMA’ (Italiano per mamme) è stata premiata nel Municipio 7 per aver offerto corsi gratuiti di lingua italiana per favorire l’integrazione delle donne straniere.

Il Municipio 8 ha scelto l’associazione culturale ‘Errante’ che con il progetto “ITINERARI-e” ha realizzato percorsi di benessere e conoscenza di sé attraverso i luoghi del Municipio.

Galleria 1 – Milano, 13 novembre 2021 – C.A.M. Falcone – Borsellino

Riscatto al femminile: mostra fotografica e performance teatrale

Galleria – Milano, 28 luglio 2021 – Sala Alessi (Palazzo Marino)

Cerimonia di premiazione

Donna oggi

Descrizione del Progetto

“Ti amo alla follia”, scritto e diretto da Giovanni Germinario, rappresentazione corale di teatro sperimentale sul tema del femminicidio. Protagonista la donna passiva, vittima della forza e dell’ego maschile, centro di testimonianze di vita vissuta tra il chiaro e lo scuro, tra la vita e la morte. Dall’analisi di filmati e testi autobiografici, si è passati poi alla sperimentazione per improvvisazione, fino alla stesura di un testo teatrale di forte impatto emotivo capace di raccontare l’esperienza vissuta attraverso i diversi stadi: amore, umiliazione, violenza, schiavitù, morte … o rinascita. I dati dell’ultimo censimento ci mostrano un dato allarmante, veri e propri bollettini di guerra: i femminicidi sono in crescita, i numeri sono impressionanti, le motivazioni ancora di più … nella maggior parte dei casi si muore per mano del partner o dell’ex partner che non si è arreso alla fine del rapporto. Un amore che finisce può portare alla follia e alle sue funeste conseguenze. L’iniziativa si compone di una performance teatrale e di un dibattito tematico post-spettacolo al quale prendono parte relatori professionisti, rappresentanti di istituzioni pubbliche, forze dell’ordine, centri anti-violenza. Vincere l’indifferenza, prestare ascolto, assumere impegni e doveri nei confronti delle donne vittime di violenza, questi sono solo alcuni degli aspetti che vengono toccati per mezzo del Progetto “TI AMO ALLA FOLLIA – STOP VIOLENCE”. L’obiettivo è di offrire, ogni anno, grazie al dibattito e agli spunti di riflessione che ne sono scaturiti durante l’edizione precedente, una versione rivista dello spettacolo teatrale, una performance che si arricchisce così di nuovi contenuti elaborati in dinamiche diverse e sempre più attinenti alla realtà. Lo spettacolo ha debuttato Sabato 14 giugno 2014 presso l’Auditorium Enzo Tortora con il Patrocinio della Provincia di Milano. Nel corso degli ultimi anni ha poi replicato più volte, annoverando tra gli enti pubblici collaboratori e promotori il Municipio 1, il Municipio 8 e il Municipio 9 del Comune di Milano, e alcuni tra i Comuni dell’Hinterland milanese, monzese e lecchese.

L’iniziativa ha ottenuto la visibilità che merita grazie al riconoscimento EXPO 2015 rientrando, con la prova aperta del 25/10/2015, nella programmazione degli eventi della manifestazione globale che ha animato o la vita dell’area metropolitana milanese.

Partecipa, collabora, organizza insieme a noi un evento dedicato alla lotta contro il femminicidio e la violenza di genere. Siamo convinti che, attraverso questa metodologia il pubblico possa rendersi partecipe e disponibile a proseguire insieme a noi in questo difficile cammino di approfondimento culturale e sociale, coinvolgendo un numero sempre maggiore di individui, perché tutte le donne vittime di violenza non si sentano più sole, mai più!

Iniziative

San Giuliano M.se, 23/11/2019

Cast

Messainscena in atto unico tratta da “DONNA OGGI“, Rassegna socio-culturale di teatro sperimentale.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Angelo LOMBARDI, Francesca CASCIO, Giovanni GERMINARIO, Luigi CICEMaria Rosaria RUFFO, Marina ANDREOLI, Marisa MU, Paolo CIPOLLETTA, Tecla REVERA

foto a cura di Giovanni Germinario
suoni e musiche a cura di Maria Rosaria Ruffo
luci a cura di Giuseppe Matera

produzione TEATROINVEROSIMILE A.P.S.
in collaborazione con G.T.R. Milano

con il Patrocinio di:
Assessorato ai Servizi Sociali e all’Educazione del Comune di San Giuliano Milanese

Galleria spettacolo (San Giuliano Milanese, Arena del Sole)

Settimo Milanese, 27/11/2019

Messainscena in atto unico tratta da “DONNA OGGI“, Rassegna socio-culturale di teatro sperimentale.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Angelo LOMBARDI, Francesca CASCIO, Giovanni GERMINARIO, Luigi CICE, Maria Rosaria RUFFO, Marina ANDREOLI, Marisa MU, Paolo CIPOLLETTA, Tecla REVERA

foto a cura di Emanuele Cassani
suoni e musiche a cura di Maria Rosaria Ruffo
luci a cura di Semeion Teatro

Dibattito post-spettacolo a tema femminicidio e violenza di genere.

coordinamento: Maria Rosaria RUFFO (Vice Presidente TEATROINVEROSIMILE A.P.S.)

organizzazione:  Raffaella FIORAVANTI (Assessore Pari Opportunità del Comune di Settimo Milanese)

hanno partecipato: Raffaella FIORAVANTI (Assessore Pari Opportunità del Comune di Settimo Milanese),  Antonia PALUMBO (Pedagogista, Centro Psicologico e Pedagogico “Spazio A”), Stefania FERRARI (Psicologa e Psicoterapeuta, Centro Psicologico e Pedagogico “Spazio A”), Silvia LA MAGRA (Psicologa e Psicoterapeuta, Spazio Famiglia Rho), DALAL (figlia di Bahar Fatiha, testimonianza vittima di femminicidio), Cap. Michele MEZZETTI (Nucleo investigativo Comando Prov.le Carabinieri Milano)

Galleria spettacolo (Settimo Milanese, Auditorium Anna Marchesini)
Galleria dibattito STOP VIOLENCE (Settimo Milanese, Auditorium Anna Marchesini)

Milano, 25/11/2019

Messainscena in atto unico tratta da “DONNA OGGI“, Rassegna socio-culturale di teatro sperimentale.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Angelo LOMBARDI, Francesca CASCIO, Giovanni GERMINARIO, Luigi CICE, Maria Rosaria RUFFO, Marina ANDREOLI, Marisa MU, Paolo CIPOLLETTA, Tecla REVERA

foto a cura di Emanuele Cassani
suoni e musiche a cura di Maria Rosaria Ruffo

Dibattito post-spettacolo a tema femminicidio e violenza di genere.

organizzazione e coordinamento: Maria Rosaria RUFFO (Vice Presidente TEATROINVEROSIMILE A.P.S.)

hanno partecipato: Giulia PELUCCHI (Assessore Cultura, Educazione, Edilizia Scolastica, Biblioteche, Politiche Giovanili e CAG, Sport, Comunicazione, Municipio 8 di Milano), Ornella SCARPA (Vice Presidente Comm.ne Cultura ed Educazione, Municipio 8 di Milano),  Sonia ROTOLO (Assistente Sociale Se. D – Servizio Disagio Donne, Caritas Ambrosiana),  Alessia SORGATO (Avvocato, Studio Sorgato), Francesca GARBARINO (Criminologa, Associazione C.I.P.M. Centro Italiano per la Promozione della Mediazione), Alba BONETTI (ex vicepresidente della sezione italiana di Amnesty International).

Galleria spettacolo (Milano, Teatro Guanella)
Galleria dibattito STOP VIOLENCE (Milano, Teatro Guanella)

Muggiò, 24/11/2019

Messainscena in atto unico tratta da “DONNA OGGI“, Rassegna socio-culturale di teatro sperimentale.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Angelo LOMBARDI, Francesca CASCIO, Giovanni GERMINARIO, Luigi CICE, Maria Rosaria RUFFO, Marina ANDREOLI, Marisa MU, Paolo CIPOLLETTA, Tecla REVERA

foto a cura di Emanuele Cassani
suoni e musiche a cura di Maria Rosaria Ruffo
luci a cura di Giuseppe Matera

Dibattito post-spettacolo a tema femminicidio e violenza di genere.

coordinamento: Maria Rosaria RUFFO (Vice Presidente TEATROINVEROSIMILE A.P.S.)

organizzazione: Anna Franzoni (Assessore alle Politiche educative, welfare e famiglia del Comune di Muggiò)

hanno partecipato Anna FRANZONI (Assessore alle Politiche educative, welfare e famiglia del Comune di Muggiò), Marco BECCALI (Comandante della Polizia Locale), Alice IACONO (Psicologa White Matilda A.P.S.).

Galleria spettacolo (Muggiò, Cascina Faipò)
Galleria dibattito STOP VIOLENCE (Muggiò, Cascina Faipò)

Caponago, 25/11/2017

Messainscena in atto unico tratta da “DONNA OGGI“, Rassegna socio-culturale di teatro sperimentale.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Francesca CASCIO, Luigi CICE, Maria Rosaria RUFFO, Marina ANDREOLI, Marisa MU, Paolo CIPOLLETTA, Tecla REVERA, Valeria ZONCA

 

foto a cura di Maria Grazia Germinario
grafica a cura di Fabrici
suoni e musiche a cura di Maria Rosaria Ruffo
luci a cura di Giuseppe Matera

Dibattito post-spettacolo a tema femminicidio e violenza di genere.

coordinamento: Maria Rosaria RUFFO (Vice Presidente TEATROINVEROSIMILE A.P.S.)

organizzazione: Aronne GAVAZZONI (Assessore alla Cultura del Comune di Caponago), Francesco SERAFINI (Ufficio Cultura del Comune di Caponago)

hanno partecipato Maria Enrica GALBIATI (Vice Sindaco e Assessore Pari Opportunità del Comune di Caponago), Patrizia VILLA e Francesca CAVALAZZI (Operatrici C.A.DO.M.), Cristina MELIOLI (Rappresentante Amnesty International Lombardia)

Galleria spettacolo (Caponago, Sala del Camino)
Galleria dibattito STOP VIOLENCE (Caponago, Sala del Camino)

Milano, 24/11/2017

Messainscena in atto unico tratta da “DONNA OGGI“, Rassegna socio-culturale di teatro sperimentale.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Angelo LOMBARDI, Francesca CASCIO, Luigi CICE, Maria Rosaria RUFFO, Marina ANDREOLI, Marisa MU, Paolo CIPOLLETTA, Tecla REVERA, Valeria ZONCA

 

 

foto a cura di:
Emanuele Cassani, Maria Grazia Germinario
grafica a cura di Fabrici
suoni e musiche a cura di Maria Rosaria Ruffo
luci a cura di Giuseppe Matera

Dibattito post-spettacolo a tema femminicidio e violenza di genere.

coordinamento: Maria Rosaria RUFFO (Vice Presidente TEATROINVEROSIMILE A.P.S.)

organizzazione: Ornella SCARPA (Vice Presidente Commissione Cultura ed Educazione Municipio 8 del Comune di Milano)

hanno partecipato Simone ZAMBELLI (Presidente Municipio 8 del Comune di Milano), Ornella SCARPA (Vice Presidente Commissione Cultura ed Educazione Municipio 8 del Comune di Milano), Valentina CONCIA (Pedagogista Progetto Artemisia), Alessia SORGATO (Avvocato Studio Sorgato), Paolo GIULINI (Criminologo Centro Italiano Promozione Mediazione), Cap. Michele MEZZETTI (Nucleo investigativo Comando Prov.le Carabinieri Milano), Mar. Ca. Angela ARUANNO (Nucleo investigativo Comando Prov.le Carabinieri Milano)

Galleria spettacolo (Milano, Auditorium Enzo Baldoni)
Galleria dibattito STOP VIOLENCE (Milano, Auditorium Enzo Baldoni)

Carpiano, 19/11/2017

Messainscena in atto unico tratta da “DONNA OGGI“, Rassegna socio-culturale di teatro sperimentale.

adattamento e regia: Giovanni GERMINARIO

un progetto drammaturgico con Angelo LOMBARDI, Francesca CASCIO, Luigi CICE, Maria Rosaria RUFFO, Marina ANDREOLI, Marisa MU, Paolo CIPOLLETTA, Tecla REVERA, Valeria ZONCA

 

foto a cura di Maria Grazia Germinario
grafica a cura di Fabrici
suoni e musiche a cura di Maria Rosaria Ruffo
luci a cura di Giuseppe Matera

Dibattito post-spettacolo a tema femminicidio e violenza di genere.

coordinamento: Maria Rosaria RUFFO (Vice Presidente TEATROINVEROSIMILE A.P.S.)

organizzazione: Michela MUSCAS (Ufficio Servizi alla Persona del Comune di Carpiano)

hanno partecipato Paola Francesca BISCARI (Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Carpiano), Laura PEDERSOLI (Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Carpiano), Cristina MELIOLI (Rappresentante Amnesty International Lombardia), Cinzia DALLE LUCCHE (Presidente Associazione Donne Insieme contro la Violenza).

Galleria spettacolo (Carpiano, Centro Civico)
Galleria dibattito STOP VIOLENCE (Carpiano, Centro Civico)